Scozia

CALTON HILL – il belvedere di Edimburgo

Calton Hill è una delle colline su cui sorge la città di Edimburgo -una delle sette, proprio come Roma! Chiunque stia programmando un viaggio in Scozia, una breve sosta ad Edimburgo o un tour della città avrà sicuramente sentito parlare di lei e del suo bellissimo panorama. Si può scorgere dalla centrale Princes Street o dal North Bridge ed avvicinandosi rivela ad ogni passo sempre più la sua anima romantica. Potrete raggiungere la vetta con una passeggiata che costeggia tuto il crinale o tramite una scalinata tanto veloce quanto ripida (i meno atletici sono avvisati..ma tenete duro perché ne vale la pena!!).

Il nome dovrebbe derivare al gaelico  “cauldh-dun”, collina nera, per la presenza di roccia di basalto nero.

Appena giunti verrete abbracciati da una sensazione particolarissima, e comprenderete finalmente la magia di questo posto che ogni anno rapisce migliaia di visitatori da tutto il mondo! Passeggiando tra il verdeggiante prato non potrete non notare l’enorme monumento in stile neoclassico…un tempio greco a metà! Sapevate che Edimburgo era chiamata ” L’Atene del Nord“?  Il  soprannome è nato durante l’illuminismo scozzese, padre di tante invenzioni, riflessioni filosofiche, innovazioni e dibattiti scientifici…e Calton Hill è divenuta l’ Acropoli di Edimburgo!

Ma prima di conoscere i monumenti del luogo, facciamo un passo indietro ed addentriamoci nella sua affascinante storia!

Calton Hill entra a far parte del comune di Edimburgo alla fine del 1400 quando il Re Giacomo II concede la collina alla comunità di Edimburgo per ospitare tornei sportivi e esercitazioni militari. Ovviamente questa concessione aveva un secondo fine, infatti rientrava all’interno del suo programma di politica militare per rafforzare le milizie cittadine!

In realtà però sono stati numerosi i ritrovamenti di oggettistica ed utensili risalenti all’età del Bronzo. Con il tempo è divenuta prima un ricovero per lebbrosi, poi la sede di un antico villaggio ormai distrutto fino al 1800 quando è entrata ufficialmente a far parte della città. Proprio in questo periodo divenne sede di due prigioni, una per i traditori della patria ed una per i debitori che oggi non esistono più.Al loro posto fu realizzata la St Andrew’s House, che ospità gli alti funzionari scozzesi. Le mura delle prigioni sono ancora visibili nella zona sud della St Andrew’s House.

Anche Calton Hill purtroppo ha il suo lato oscuro…Nel 1600 settanta donne furono accusate di stregoneria e raggruppate sulla collina; vennero esposte a seno nudo e chi presentava il cosiddetto “terzo capezzolo” ( anche un neo o una semplice sporgenza) veniva considerata una strega e per questo maltrattata, giustiziata e poi il corpo veniva gettato nel lago. Ancora oggi, annualmente, un gruppo di settanta donne in corteo raggiungono la collina per chiedere scusa per i crimini commessi.

Prima di salire sulla collina, fermatevi a guardare i monumenti minori e le tombe, tra cui l’enorme mausoleo pseudo-romano per il filosofo David Hume. Si narra che gli amici di Hume vegliarono qui per 8 giorni ed 8 notti dopo la sua sepoltura, avvenuta nel 1776, per evitare che il diavolo venisse a prendere la sua anima atea.

Il grande edificio che noterete a forma di telescopio è la Nelson Tower, la torre di 32 metri in memoria di Lord Nelson, ucciso nella battaglia di Trafalgar nel 1805. la posa della prima pietra, nel 1807 fu tenuta nascosta per paura che la folla accorresse in maniera disordinata e cadesse giù dal dirupo! Oggi è possibile salire i 143 scalini fino ad arrivare alla vetta dove siamo certi, rimarrete senza fiato!

Il National Monument è il simil-partenone di cui abbiamo parlato precedentemente. L’idea era quella di creare un tempio in stile neoclassico per commemorare i soldati deceduti durante le guerre napoleoniche, orgoglio della città… peccato che i fondi stanziati finirono ben presto e l’opera rimase così com’era. Da quel momento, quello che doveva essere il monumento nazionale, divenne motivo di vergogna per gli Edimburghesi.

Il più fotografato tra i monumenti di Calton Hill è probabilmente il  Monumento a Dugald Stewart, un filosofo e matematico del ‘700. Anche in questo caso, l’architetto scelse di prendere spunto dall’architettura dell’antica grecia. Nello specifico, la struttura circolare sorretta da colonne è un chiaro riferimento al monumento Coregico di Lisicrate in Grecia.

Infine, immancabile, il bellissimo Osservatorio.

Durante l’anno la collina di Calton Hill fa da sfondo a numerosi eventi e manifestazioni. Quelli sicuramente con un’affluenza maggiore e ai quali tutti devono assistere una volta nella vita sono il Beltane e l’ Hogmanay. Il Beltane è un rito che festeggia la fine dell’inverno e l’inizio della prima vera: la notte tra il 30 Aprile e il 1 Maggio a Calton Hill si celebra questo antico e misterioso rituale, con danze, musica, fuochi e superbe scenografie. Hogmanay altro non è che il festeggiamento per la fine dell’anno, grandioso e bellissimo…. vivere Edimburgo da quassù è un’esperienza indimenticabile!

 

Se state programmando una vacanza in Scozia, un viaggio ad Edimburgo..o semplicemente volete saperne di più, scriveteci!

[amazon_link asins=’B0166HIP48,883656884X,8869930491,8874933010,8859204410,8860407443,8871644891′ template=’ProductCarousel’ store=’scozviag-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6ae67ab7-30b6-11e7-98c7-a392c48b850f’]

Share

Related Blogs

FALKLAND – OUTLANDER TRAIL

In questo blog abbiamo già parlato di FALKLAND, il paesino nella regione del Fife, balzato agli ono

Leggi tutto

IL CLIMA A EDIMBURGO

Edimburgo gode di un clima particolare con cui spesso è difficile scendere a patti. A parità di la

Leggi tutto

ALLA SCOPERTA DI NEW LANARK

Grazie all’invito di Visit Scotland, qualche settimana fa siamo partiti per un tour alla scoperta

Leggi tutto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.