Scozia

LA CAMERA OBSCURA DI EDIMBURGO

Era il 1835 quando Maria Theresa Short fondò la Camera Obscura. Questo antico marchingegno è magico. E come ogni cosa ad Edimburgo, lo è anche la sua storia.

Era la metà del 1700 quando un imprenditore e scienziato Edimburghese, Thomas Short, prese in affitto alcuni terreni sulla collina di Calton Hill per mostrare al pubblico le sue creazioni (volete saperne di più su Calton Hill? CLICCATE QUI). Purtroppo alla sua morte nè la moglie nè i figli poterono prendere l’eredita delle strumentazioni e delle creazioni di Sir Thomas a causa di un vincolo contrattuale. Ma un giorno tutto cambiò. Nel 1827 arrivò ad Edimburgo Maria Theresa, giunta dalle Indie Occidentali per reclamare la sua eredità in quanto figlia di Thomas. Questa notizia creò molto scompiglio all’epoca, quasi un vero scandalo, perchè Sir Thomas era morto circa 40 anni prima. E nessuno era a conoscenza dell’esistenza di questa figlia.

Nonostante il parere contrario di molti, Maria ottenne in eredità il telescopio che il padre aveva costruito anni prima e fondò lo Short’s Popular Observatory. Pare che fosse così legata al suo osservatorio che ogni giorno non chiudeva prima delle 21, per dare a tutti la possibilità di osservarlo.

Nel 1851 , nonostante le sue proteste, l’osservatorio venne distrutto dalle autorità e lei si trasferì nell’edificio che possiamo osservare oggi in Castlehill. Alla sua morte, l’edificio venne venduto ad un eclettico uomo d’affari che creò anche un museo di arte e scienza ai piani inferiori della torre soprannominata Outlook Tower. L’intenzione era quella di migliorare le condizioni di vita del centro di Edimburgo e della sua popolazione, favorendo l’apprendimento del mondo per i cittadini più poveri. L’attrazione più famosa divenne la Camera Obscura, proprio al piano più alto. Le persone di ogni ceto sociale potevano entrare nella torre fino alla Camera, dove conoscere e studiare la propria città.

 

 

Ma cos’è questa camera Obscura? Grazie ad un sofisticato ed ingegneristico macchinario di epoca vittoriana e a tre lenti puntate sulla città, la Camera Obscura fa da precursore di Google Maps. Sul tavolo posto al centro della stanza è possibile osservare LIVE Edimburgo, senza strumentazioni digitali, solo sfruttando l’ingegneria e la fisica. Oggi noi abbiamo i droni che fanno video in alta definizione, GPS e quant’altro. Ma pensato come doveva sentirsi un cittadino nel 1800 quando osservava la sua città dall’alto… da dentro una stanza buia!

Oggi l’edificio ospita un museo delle scienze visive con numerosi giochi per adulti e bambini, il world of illusions, l’antica camera obscura ed un meraviglioso terrazzo panoramico.

La Camera Obscura è un posto perfetto per giornate particolarmente fredde o piovose. Unisce la bellezza della scienza al divertimento, con quel pizzico di storia cittadina che non guasta MAI! Grazie a Visit Scotland che ci ha offerto la possibilità di visitare questo pezzo di storia di Edimburgo! E’ stato davvero divertente!

In realtà non abbiamo fatto proprio tutto… il Tunnel di cui vi mettiamo il video sotto era decisamente tosto, la sensazione di cadere era fortissima! Seguiteci anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK.

Share

Related Blogs

FALKLAND – OUTLANDER TRAIL

In questo blog abbiamo già parlato di FALKLAND, il paesino nella regione del Fife, balzato agli ono

Leggi tutto

IL CLIMA A EDIMBURGO

Edimburgo gode di un clima particolare con cui spesso è difficile scendere a patti. A parità di la

Leggi tutto

ALLA SCOPERTA DI NEW LANARK

Grazie all’invito di Visit Scotland, qualche settimana fa siamo partiti per un tour alla scoperta

Leggi tutto

Rispondi