Scozia

ALLA SCOPERTA DI NEW LANARK

Grazie all’invito di Visit Scotland, qualche settimana fa siamo partiti per un tour alla scoperta degli Scottish Borders. Ariadna, la nostra capogruppo e referente di Visit Scotland per l’Italia, ci ha quindi accompagnato alla scoperta di NEW LANARK.

Quello di New Lanark, è uno dei sei siti patrimonio UNESCO presenti in Scozia. Si tratta di un cotonificio del 18esimo secolo, adagiato proprio sulle sponde del fiume Clyde a circa un’ora da Glasgow.

Lo spettacolare scenario che fa da sfondo a New Lanark ha sempre attratto visitatori, artisti, scrittori, sin dal 1700. E non possiamo che concordare. Scendendo lungo l’unica strada che porta al complesso industriale, la carreggiata si fa sempre più stretta. Sorpassiamo le case del centro principale, Lanark (che fantasia, eh?), e scendiamo fino a giungere a valle. 

Qui, l’antico stabilimento, è perfettamente inserito nel contesto naturale. Ci accoglie un silenzio quasi sovraumano, interrotto solo dal rumore del fiume Clyde che scorre senza sosta.

Purtroppo L’ipad con cui dovevamo fare le foto è morto prima ancora di arrivare nel villaggio! FONTE

foto di Graham Laird (FONTE)

Questo luogo un po’ sperduto e poco conosciuto, in realtà ha avuto un’importanza fondamentale nello sviluppo della società dell’ Europa contemporanea e la sua storia dovrebbe essere raccontata in tutte le scuole.

Nel 1785 David Dale, un ricco commerciante, fonda il villaggio industriale di New Lanark insieme al suo investitore. Purtroppo, poco tempo dopo un incendio distrugge parte del cotonificio. Ma lui, imprenditore illuminato, decide di pagare ugualmente i suoi operai durante i lavori di ricostruzione. A questo punto arriva al management, Robert Owen, genero di Dale. E’con lui che New Lanark cambia radicalmente.  Owen credeva che la dignità di un uomo cominciasse sopratutto dal suo lavoro, dal luogo di lavoro. Il lavoratore era un essere umano, doveva lavorare ma anche essere educato e poter contribuire alla società. In un momento storico in cui l’operaio era considerato alla stregua di uno schiavo, le sue idee rivoluzionarie si dimostrarono un successo.

Owen farà costruire qui un negozio con prezzi abbordabili per i suoi operai,  farà istituire scuole, impedendo ai bambini di lavorare prima degli 8 anni. Garantirà assistenza medica gratuita e case confortevoli. Pensate che alcune di queste case sono ancora abitate!

Il cotonificio era composto da 4 stabilimenti e ha smesso di operare intorno al 1968. Oggi una piccola parte è ancora in funzione per la creazione di indumenti esclusivi (qui sono stati creati i maglioni natalizi dei fratelli Weasley in Harry Potter).

Un’altra sezione è stata adibita a centro visite. In questo senso un plauso va fatto alla “Anne McLeod Experience”. Seduti su una sorta di seggiovia ed immersi nel buio verrete catapultati nella storia di questa bambina, Annie appunto, che vi racconterà come era vivere a New Lanark alla fine del 1700.

Il primo stabilimento oggi è un hotel a 4 stelle e noi abbiamo avuto la fortuna di pernottare proprio qui. Ambiente caratteristico, ottima cucina, tranquillità e tradizione rendono la sosta in questo hotel davvero piacevole. La camera in cui abbiamo soggiornato si affacciava proprio sul fiume Clyde ed addormentarsi con il rumore intenso delle sue acque è stata sicuramente una bellissima esperienza.  

Share

Related Blogs

FALKLAND – OUTLANDER TRAIL

In questo blog abbiamo già parlato di FALKLAND, il paesino nella regione del Fife, balzato agli ono

Leggi tutto

IL CLIMA A EDIMBURGO

Edimburgo gode di un clima particolare con cui spesso è difficile scendere a patti. A parità di la

Leggi tutto

ALLA SCOPERTA DI NEW LANARK

Grazie all’invito di Visit Scotland, qualche settimana fa siamo partiti per un tour alla scoperta

Leggi tutto

Rispondi