TRADIZIONI

GUY FAWKES NIGHT – LA CONGIURA DELLE POLVERI

Il 5 Novembre di ogni anno in Scozia e in tutto il Regno Unito si celebra la Bonfire Night, meglio conosciuta come Guy Fawkes Night.

La storia comincia nel 1603 con la morte di Elisabetta I. Donna implacabile, coraggiosa e caparbia e senza eredi, Elisabetta aveva regnato senza un consorte, non aveva avuto figli e si era sempre rifiutata di nominare un erede. Per consolidare il suo potere su più fronti, Elisabetta I aveva schiacciato il cattolicesimo e aveva ripristinato il protestantesimo ponendosi a capo della Chiesa di Inghilterra. In questo modo Elisabetta aveva su di sè il potere politico e religioso. I cattolici erano tollerati a malapena, a patto che praticassero la loro fede in maniera privata e senza esposizioni pubbliche.

 

Così, una volta scomparsa Elisabetta I, i membri del Consiglio offrono la Corona al nipote Giacomo, figlio di Mary Stuart, già Re di Scozia e ora anche sovrano d’ Inghilterra. Giacomo infatti era sposato con una principessa Cattolica, motivo per cui sin da subito garantì una certa tolleranza religiosa, cosa impensabile fino a qualche anno prima. Così facendo Westminster credeva di placare gli animi di quei cattolici arrabbiati dopo anni di torture e soprusi.

Ma non era abbastanza e un gruppo di 14 uomini si riunì per pianificare un attentato alla vita del Re. Tra di loro, Gay Fawkes: nasceva così la congiura delle polveri. L’obiettivo era far saltare in aria il Parlamento, annientare il Re, il governo e rivendicare la libertà di culto per i Cattolici. Guy Fawkes  trovò una cantina sotto la Camera dei Lord e vi trasportò decine di barili di polvere da sparo pronti ad esplodere. Ma una lettera anonima mise in allarme la corte che iniziò a perlustrare il Parlamento dal soffitto alle fondamenta. E proprio nello scantinato trovarono un uomo avvolto in un mantello che si aggirava furtivamente: era Guy Fawkes.

Fawkes venne catturato e torturato; era il 5 Novembre e i cospiratori credevano che i cattolici sarebbero insorti, in realtà la popolazione iniziò ad accendere falò e a festeggiare la salvezza del re.  Da quel giorno, ogni 5 Novembre vengono accesi fuochi per commemorare “le polveri, il tradimento e la congiura”. Anche in Scozia la notte di Guy Fawkes viene festeggiata in tutto il paese. L’evento più importante è quello che si tiene nella Mar Lodge Estate, grande tenuta che si estende su quasi il 7% del Parco Nazionale di Cairngorms.  L’illustratore David Lloyd nel 1982 creò una rappresentazione stilizzata del viso di Guy Fawkes con un sorriso beffardo, guance rosse, baffi all’insù, volto bianco. Tale rappresentazione fu realizzata per il protagonista di una serie di fumetti che divenne in seguito anche un film, V per vendetta.

Share

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.