Warning: Parameter 2 to title_filter() expected to be a reference, value given in /home/scoziavi/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
HIGHLANDS - Scozia Viaggi

Archivi

Rimani aggiornato sull'universo Scozia!

About Destination

Cornamuse, kilt, whisky, castelli, natura selvaggia ed antichissime tradizioni. Questi sono gli elementi imprescindibili per un viaggio veramente scozzese. Ed è nelle Highland che l’offerta di tante meraviglie raggiunge il suo apice. Se in passato le Highland erano considerate zone barbariche, arretrate e difficili da attraversare, oggi questa è l’ area più amata dai turisti di tutto il mondo.

In una regione tanto vasta e carica di bellezze naturali e storiche, le cose da vedere sarebbero infinite. Ma ci sono alcuni luoghi che vanno assolutamente visitati e vissuti almeno una volta nella vita.

Points of interest

  • INVERARAY

    Questo grazioso villaggio sulle sponde del Loch Fyne attira turisti da tutto il mondo grazie alla bellezza del suo Castello. Infatti Inveraray Castle, dimora del Clan Campbell e tutt'oggi ancora abitato dai duchi d'Argyll, è un perfetto esempio di stile baroniale scozzese. Ma oltre al castello non perdete la visita dei suoi giardini, delle antiche prigioni e del villaggio in sé, tipico della costa ovest di Scozia.

    Sito web:http://www.inveraray-castle.com
  • LOCH LOMOND E LUSS

    Proprio nel punto in cui le Lowlands cedono il passo alle Highland si trova il Loch Lomond. Questo enorme lago, all'interno del Parco Nazionale del Trossach è imperdibile per chi si appresta a visitare per la prima volta la Scozia. La sua estensione infatti, permette al viaggiatore di ritrovarsi immerso negli ambienti più disparati e di assaporare tutte le sfaccettature della natura scozzese. Imperdibile, sulle sponde del lago, il piccolo villaggio di Luss. Luss sembra uscito da una fiaba, è una piccola gemma poco conosciuta che rappresenta il meglio del meglio di questa zona. Una schiera di cottage in pietra, giardinetti curati con fiori bellissimi, piccole opere d'arte create dall'amore degli abitanti del paese, ristoranti e Tea Room per far felici tutti. E poi, imperdibile, un piccolo giro in barca partendo dal minuscolo molo all'estremità sud del villaggio. Davvero una perla rara.

    Sito web:http://www.lochlomond-trossachs.org
  • KILCHURN CASTLE

    Kilchurn Castle è uno di quei castelli iconici, che tutti dovrebbero visitare una volta nella vita. Rappresenta in pieno l\'essenza scozzese: i ruderi di un antico castello che fungeva da casa e da fortezza, una brughiera che si distende a perdita d\'occhio, un lago dalle acque scure e tenebrose e le colline con nubi basse a fare da contorno. Ma questo magnifico Castello ha un’altra particolarità che lo rende unico: infatti in caso di elevato innalzamento dell’acqua del lago, diviene a tutti gli effetti un’isola. Nel 1760 il castello fu gravemente danneggiato da una violenta tempesta e fu in seguito definitivamente abbandonato poichè i Campbell si trasferirono in un’altra residenza. Oggi ci rimangono delle bellissime rovine, raggiungibili via barca o tramite una stradina nascosta che in pochi conoscono.

    Sito web:https://www.historicenvironment.scot/visit-a-place/places/kilchurn-castle/
  • OBAN

    Oban, The Seafood Capital of Scotland, è una graziosa cittadina della costa Ovest, nota sopratutto per essere il punto di partenza per i traghetti che conducono al vicino arcipelago delle Ebridi Interne. Il paese si snoda su due livelli: il primo, che costeggia il mare ed il secondo arroccato sulla collina circostante. La prima impressione quando arriverete ad Oban è di aver trovato un luogo senza tempo. Percorrere la strada che pian piano scende fino al mare, costeggiare l\'antica Distilleria di Whisky, ammirare i traghetti della compagnia CalMac che piano piano si allontanano dal porto per raggiungere altre mete, sarà unico. E le sorprese non finiscono qui perchè Oban è una cittadina vivissima, dove il mare è padrone, la pesca l\'ha reso una mecca per gli amanti dei prodotti marittimi e il gracchiare dei gabbiani vi rimarrà nel cuore a lungo. Davvero imperdibile. E se volete godervi un fantastico tramonto, perchè non raggiungere la McCaig Tower? Lo spettacolo è assicurato.

    Sito web:http://www.obanwhisky.com
  • GLENCOE

    Glencoe è la vera essenza delle Highland. Una valle lunga 15 km di natura selvaggia, cascate che scendono dalla montagna, cerci che corrono in piena libertà, erica in fiore, laghi e una storia di guerre tra Clan rivali. Nessuno può resistere al fascino di una meraviglia naturalistica simile.

    Sito web:https://www.scoziaviaggi.it/2017/09/06/glencoe/
  • FORT WILLIAM

    Cittadina principale delle Highland, Fort William è un centro nevralgico della zona. Questa viene presa d\'assalto d\'estate da appassionati di trekking da tutto il mondo per la vicinanza con il Ben Nevis, la montagna più alta di Scozia. Da qui inoltre parte il Jacobite Stream Train, il treno di Harry Potter che collega Fort William a Mallaig, principale porto per raggiungere l\'isola di Skye. Utilissima come base per visitare i dintorni, Fort William è la destinazione perfetta per chiunque decida di visitare le highland.

    Sito web:http://www.visitbritain.com/it/it/fort-william
  • GLENFINNAN

    La zona di Glenfinnan è un tripudio di bellezza. Lasciate l\'auto presso il Visitor Centre e percorrete il breve sentiero che conduce al ViewPoint: davanti a voi il magnifico Loch Schiel con il monumento al Bonnie Prince Charlie, alle vostre spalle invece il Viadotto reso celebre da Harry Potter. Poco distante, su una collina, si trova invece la St. Mary’s

    Sito web:http://www.nts.org.uk/visit/places/glenfinnan-monument
  • EILEAN DONAN CASTLE

    Il castello di Eilean Donan è il più fotografato e probabilmente il più conosciuto tra i castelli in Scozia. Eilean significa isola e Donan è il nome della prima persona che vi abitò nel 600 d.c. fondando proprio qui una sua cellula religiosa. Costruito nel XIII sec. per impedire l’accesso ai loch ai pirati scandinavi, occupa una posizione eccezionale sull’isolotto accessibile solo tramite un ponte di pietra. Si dice che lo stesso Robert the Bruce si sia rifugiato proprio qui per sfuggire agli Inglesi. Più tardi il castello divenne la dimora del clan Mackenzie (oggi appartiene al clan MacRae) e nel 1719 venne occupato dalle truppe spagnole che volevano una rivolta giacobita per una Scozia indipendente. Lo stesso anno purtroppo il castello venne fatto crollare sotto numerosi bombardamenti e rimase in rovina per circa 200 anni. Praticamente del castello non era rimasto davvero nulla, solo qualche rudere. Così i MacRae nel 1912 decisero di cominciare una mastodontica opera di restauro che durò circa 20 anni. Pensate che non era rimasto neanche il ponte e il castello si raggiungeva solo tramite barca! Molto romantico, ma immaginate le file ad Agosto!!! La particolarità sta nel fatto che per una serie di sfortunate coincidenze i MacRae poterono ricostruire il castello solo in base a deduzioni logiche poiché i disegni della struttura originale non si riuscirono a trovare e vennero fuori solo a lavori ultimati. Ma l’emozione fu grande nello scoprire che molte scelte si erano rivelate effettivamente giuste e concordavano con i disegni del 1700. Tutti i materiali utilizzati per il restauro furono presi da diverse zone della Scozia e ad oggi il risultato è davvero magnifico!

    Sito web:http://www.eileandonancastle.com
  • LOCHNESS E URQUHART CASTLE

    Il famoso Lochness, reso celebre dalla leggenda del suo mostro, è uno dei MUST SEE delle highland scozzesi. Al di là della leggenda però questo Loch è molto interessante: infatti le sue acque sembrano nere tanto sono scure a causa del fondale torbato e in alcuni punti raggiungono una profondità di 200 metri. Affacciate sulle sponde del Lochness si trova Urquhart Castle, il terzo castello più visitato di Scozia. La visita delle sue rovine vi lascerà senza fiato.

    Sito web:http://www.historicenvironment.scot/visit-a-place/places/urquhart-castle/
  • INVERNESS

    Inverness, dal gaelico Inbhir Nis che significa “foce del fiume Ness”, sorge sulle sponde del Moray Firth e pare essere stato un importante centro abitato fin dall’età dei Pitti, i primi abitanti della Scozia. La città è abbastanza contenuta, e si sviluppa sulle due rive del fiume Ness collegate tra loro da alcuni ponti carrabili o pedonali. Da vedere in città il Castello (oggi palazzo di giustizia), la Cattedrale, le isolette sul fiume, il museo di Storia delle Highland, l\'antica Old Church e il mercato Vittoriano.

    Sito web:http://www.visitbritain.com/it/it/inverness
  • CULLODEN

    Il campo di battaglia di Culloden è considerato un luogo sacro in Scozia. Qui infatti è stata combattuta l\'ultima, epocale battaglia dei giacobiti contro l\'esercito inglese. Lo scontro durò pochissimo e purtroppo le truppe fedeli al Re Giacomo vennero sterminate. Gli esiti della battaglia non tardarono a presentarsi: gli inglesi presero il controllo delle highland, kilt, cornamuse e tutte le tradizioni del luogo vennero vietate, le campagne svuotate e i Clan smantellati. Fu l\'inizio della fine per la cultura delle Highland. Un luogo da visitare per gli appassionati di storia locale.

    Sito web:http://www.nts.org.uk/visit/places/culloden
  • ELGIN

    Costruita nella parte meridionale del fiume Lossie, fuori dai vecchi confini del borgo di Elgin, la cattedrale ebbe il più grande sviluppo nel XIII secolo. Fu una delle più grandi di tutto l’impero britannico, seconda solo alla cattedrale di S.Andrea a Londra. Nel 1390 fu bruciata da Alexander Stewart, Duca di Buchan, detto il “Lupo di Badenoch”. Dopo la Riforma, priva delle sue funzioni e della sua stessa ragione di essere, in quanto tempio cattolico, la cattedrale cadde definitivamente in disuso ed i suoi materiali, nel XVIII secolo, furono nella maggior parte recuperati ed utilizzati per costruire fabbriche e caseggiati, molti dei quali sono esistenti ancora oggi. L\'unica parte a rimanere pressoché intatta ed utilizzata fino al 1731 fu la cappella, che fungeva da luogo di incontro delle Corporazioni degli Artigiani.

    Sito web:http://www.historicenvironment.scot/visit-a-place/places/elgin-cathedral/
  • DUNKELD

    Dunkeld è un gradevole e sonnecchiante paesino delle Highlands centrali, non troppo distante dalla capitale Edimburgo. Pare che la nascita del villaggio sia da collocare nel VI secolo con la fondazione di un monastero che fece diventare Dunkeld un importantissimo centro ecclesiastico e lanciando così la costruzione della cattedrale alcuni secoli dopo. Nel 1689 la piccola comunità scozzese subì un duro colpo: il villaggio fu completamente raso al suolo durante la Battaglia di Dunkeld avvenuta tra le forze Giacobite e l’esercito governativo di Guglielmo d’Orange e solo la cattedrale rimase in piedi. Percorrere Cathedral Street è come fare un tuffo nel passato: le casette che fanno da cornice alla strada risalgono al 1700 e sono state restaurate attorno al 1950 dal National Trust for Scotland. Prima di quegli anni il villaggio si trovava in un decadente stato di abbandono. In fondo alla via si trova la Dunkeld Cathedral, circondata da un magnifico parco in riva al fiume Tay.

    Sito web:http://www.dunkeldandbirnam.org.uk

Most Popular Destinations