Archivi

Rimani aggiornato sull'universo Scozia!

About Destination

La vasta regione delle Highlands, che incanta chiunque vi passi, può essere suddivisa in tre zone: quella occidentale, quella orientale e quella settentrionale. Inutile dire quanto la bellezza di questi luoghi, la natura selvaggia, la magnificenza e la grandezza di spazi disabitati, piante rigogliose e scogliere battute dal mare, possa lasciare senza fiato, ovunque vi troviate! E’ questa la regione che ha offerto alla Scozia il tartan, i kilt e le cornamuse, paesaggi romantici, rilievi impervi e misteriosi loch. Eppure, in passato gli Highlander erano considerati dei selvaggi, volgari e barbari al confronto con gli abitanti delle c.d. Lowlands: fu solo successivamente che nacque la passione che ancora oggi è palpabile in tutti gli scozzesi! Si tende spesso ad associare alle Highlands, l’estremo nord del paese ma in realtà questa zona comincia già a nord di Perth per arrivare fino ad Inverness, considerata la porta delle Highlands del Nord. In un territorio vasto come questo, le cose da vedere e i luoghi da ammirare sembrano non finire mai, ma ci sono elementi imprescindibili, che chiunque, almeno una volta nella vita, dovrebbe vedere.

Visita il tour delle Highlands

Points of interest

  • LOCH LOMOND

    E’ il lago con la superficie più vasta della Gran Bretagna, situato al centro del primo parco nazionale scozzese, offre paesaggi meravigliosi tra boschi, colline e specchi d’acqua. La parte meridionale del lago è caratterizzata dalla presenza di numerose isolette, la più grande delle quali, Inchmurrin è sede di uno dei primi insediamenti cristiani in Scozia. A nord le sponde si fanno più scoscese e boscose. La sponda orientale è percorsa dal tracciato escursionistico della West Highland Way e la riva occidentale invece è costeggiata dalla strada che collega panoramicamente le Lowlands e le Highland. Degno di nota è il villaggio di Luss, sulla riva ovest del lago è formato da cottage e casine in pietra che conducono al pontile da cui partono minicrociere per la baia e ad una spiaggia dove rilassarsi e godere del panorama. A Luglio, qui si giocano gli Highlands Games, imperdibili!

    Sito web:http://www.lochlomond-trossachs.org/
  • KILLIN

    Questo pittoresco villaggio all’estremità del Loch Tay è una base ideale per visitare la zona. Proprio al centro del villaggio sono presenti delle cascate con le loro rapide il cui suono, sopratutto dopo forti piogge, si sente in tutto il villaggio. Non perdetevi anche il cimitero dei Clan a valle del ponte.

    Sito web:#
  • TYNDRUM

    Situato sulla strada verso Oban e Fort William, questo villaggio si trova in una regione estremamente selvaggia, tra il loch Lomond e Glencoe ed è proprio qui che passa la West Highland Way.

    Sito web:#
  • DRUMMOND CASTLE GARDENS

    Un lungo viale di faggi conduce al castello (privato) e ai suoi giardini all’italiana magnifici, disegnati dallo stesso Lord Drummon nel 1630. I boschetti e i prati circostanti sono caratterizzati dalla presenza di statue poste in simmetria perfetta con il resto dello spazio e al centro di una croce di Sant’ Andrea formata da arbusti è presente una meridiana del 1600. Questi giardini sono considerati uno dei migliori esempi di stile classico.

    Sito web:#
  • DUNKELD E BIRNAM

    Questi due graziosi villaggi sono collegati tra di loro per mezzo di un ponte a sette arcate, vecchio di duecento anni che si slancia sopra il fiume Tay. Qui, i giacobini e i soldati di Cameron incendiarono senza remore le case del villaggio e la cattedrale ma oggi, il luogo ha ritrovato in parte il suo aspetto originario grazie ai fondi messi a disposizione dal National Trust. La cattedrale di Dunkeld è degna di nota, in un meraviglioso parco sulle rive del fiume, è stata ricostruita recentemente e presenta ancora gli spazi riservati ai lebbrosi che così potevano assistere alla messa lontano dagli altri fedeli. Nel santuario della cattedrale potrete notare la scultura che ritrae Alexander Stewart, figlio del Re Roberto II che giace a terra giustiziato per aver dato fuoco a due città dopo essere stato scomunicato per aver tradito la moglie.

    Sito web:#
  • PITLOCHRY

    Questo paesino, sulle rive del Tummel, è uno dei più bei borghi vittoriani scozzesi e punto di partenza per le escursioni alla selvaggia gola in cui nel 1689 gli Highlander sconfissero gli inglesi. Sopratutto in autunno, molti turisti arrivano qui per assistere allo spettacolo dei salmoni che risalgono la corrente del fiume per raggiungere il luogo di riproduzione. Imperdibile qui la Queen’s View, una piattaforma d’osservazione sul Tummel resa celebre dalla Regina Vittoria che qui non poté trattenere un grido di ammirazione di fronte alla bellezza del paesaggio.

    Sito web:#
  • BLAIR CASTLE

    Questo castello candido, che si staglia nel mezzo del verde della regione, è di proprietà dei conti di Atholl fin dal medioevo e nel corso dei secoli ha subito importanti modifiche ed accrescimenti fino a divenire quello che è oggi. Qui la Regina di Scozia Maria Stuarda organizzò una battuta di caccia divenuta tristemente celebre vista la fine che fecero alcuni domestici, insieme a cervi e lupi! Più tardi, nel 1745 il Bonnie Prince Charlie, fece sosta qui prima di recarsi a Culloden e decretare la fine dei Clan e della cultura delle Highlands.

    Sito web:#
  • GLEN LYON

    Questa è una delle valli più lunghe e belle di Scozia, attraversata da paesaggi pastorali con cottage in pietra fino ad arrivare a lande desertiche ai piedi della montagna.

    Sito web:#
  • HIGHLAND FOLK MUSEUM

    Questo museo all’aperto invita i visitatori a compiere un vero e proprio tuffo nel passato. Qui, tutto è autentico o perfettamente ricostruito con grande attenzione per i dettagli, tanto da essere usato spesso per film e serie tv ambientate nel passato (più recentemente in Outlander). Il punto più interessante è sicuramente quello del villaggio di case con il tetto di paglia dell’inizio del 1800 dove si svolgono dimostrazioni di tessitura, artigianato del legno, lavorazione del ferro e preparazione del burro.

    Sito web:https://www.highlifehighland.com/highlandfolkmuseum/
  • AVIEMORE

    Porta di entrata al Cairgorm Mountains Park, Aviemore è una piccola stazione turistica ottima come base per escursioni invernali ed estive nell’immensità dei grandi paesaggi solitari. Qui potrete partire e visitare il paesaggio circostante su un treno tirato da una vecchia locomotiva a vapore, come nel passato, con tanto di vagone ristorante. Oppure potrete decidere di salire sulla funicolare per arrivare al Cairngorm e godere del magnifico panorama sulla valle.

    Sito web:#
  • INVERNESS

    Chiamata “la capitale delle Highlands” è una cittadina tranquilla, con vasti prati in riva al fiume Ness. Gli edifici storici più significativi si snodano tutti intorno alla via principale, Church Street, ottima per una passeggiata e per un po’ di Shopping. Qui potrete anche fare una breve visita allo Scottish Kiltmaker Visitor Center dove potrete osservare sarte realizzare e confezionare i kilt per la Scozia e per il resto del mondo. Il panorama della città è dominato dal Inverness Castle, oggi adibito a palazzo di giustizia ai piedi del quale, in Castle Wynd, si trova la galleria d’arte della città, che accoglie collezioni permanenti della storia dei luoghi dalla geologia al folklore oltre a mostre temporanee di arte ed artigianato. Presso la foce del Ness, da Inverness Marina, partono minicrociere per l’avvistamento delle popolose colonie di delfini nel Moray Firth.

    Sito web:#
  • CULLODEN BATTLEFIELD

    La battaglia di Culloden nel 1746 fu l’ultimo tentativo di riportare gli Stuart (esiliati a quel tempo in Francia) sul trono Scozzese. La battaglia fu guidata dal Bonnie Prince Charlie con un esercito giacobita per gran parte costituito da Highlander. Ma la ribellione finì con una mattanza, una sconfitta che non solo sancì la fine dei disegni di gloria del Bonnie Prince, ma anche della cultura delle highlands, della lingua del luogo, dei tartan e dei kilt. In questo campo, dove venne combattuta l’ultima e fatale battaglia scozzese, oltre ad un bellissimo percorso ricco di spiegazioni, sono presente pietre commemorative dei clan che qui combatterono e persero uomini.

    Sito web:#
  • CLAVA CAIRNS

    Si tratta di tre siti funerari risalenti all’età del bronzo di una certa imponenza nel mezzo di un bosco. Ultimamente sono balzati alla cronaca poiché divenuti meta turistica degli appassionati della serie tv Outlander poiché luogo simbolo dell’intera saga.

    Sito web:#
  • CAWDOR CASTLE

    In questo castello si incontrano storia, letteratura e leggende: è questo infatti il regno del Macbeth di Shakespeare anche se pare che il quinto conte di Cowdorr non abbia apprezzato l’ambientazione! Oltre a questo, come ogni castello scozzese che si rispetti, si dice che qui vaghi lo spettro di una donna senza mani che si aggira dal 1800: pare che il padre le abbia tagliato le mani per impedire di abbracciare il suo amato! Solo 30 anni fa è stata scoperta una sala segreta del castello utilizzata come sala giochi, nascondiglio di guerra e prigione segreta.

    Sito web:#
  • LOCHNESS

    Il Lochness è più profondo del mare del nord e di diverse aree dell’oceano atlantico ed è proprio per questo che le leggende sul mostro del lago non smettono ancora di essere raccontate. Già nel 500, a seguito di un miracolo di San Columba, si era di strane creature acquatiche presenti nel lago e nei primi anni del Novecento cominciarono gli avvistamenti, le ipotesi e smentite: ad oggi la scienza ci dice che il mostro non esiste eppure anche la persona più razionale non potrà fare a meno di osservare il lago e sperare, anche solo per un attimo, di scorgervi il famigerato mostro, chiamato amichevolmente “Nessie”. La sua storia è narrata e descritta con dovizia di particolari al Lochnessd and Exhibition Centre (anche in italiano!) sulla sponda nord occidentale del lago. A 3km di distanza dal centro visitatori, si staglia fiero l’Urquhart Castle, assolutamente da visitare per la magia del luogo. A sul del lago merita una visita Fort Augustus, un borgo molto turistico in estate, fortificato nel 1700 per compensare la scarsa difendibili del luogo, rivelatasi in occasione della ribellione giacobita. Molto carine le sei chiuse al centro del paese che collegano il Loch Ness al Caledonian Canal.

    Sito web:http://www.lochness.com/
  • DUNROBIN CASTLE

    Dunrobin Castle è una residenza signorile nel Sutherland ed è la sede della contessa di Sutherland e del Clan Sutherland. Si trova a 1 miglio a nord dalla cittadina di Golspie. Le sue origini risalgono al Medioevo, ma la maggior parte della costruzione attuale è opera di Sir Charles Barry, l\' architetto del Palazzo di Westminster a Londra, che ha notevolmente ampliato l\'edificio nel 1845. È stata realizzata in stile rinascimento francese. Alcune parti dell\'edificio originale sono visibili solo dal cortile interno. Degni di nota poi sono alcuni quadri contenuti all’interno.. e pensare che il castello è stato utilizzato come ospedale durante la seconda guerra mondiale!

    Sito web:http://www.dunrobincastle.co.uk/
  • GREY CAIRNS OF CAMSTER

    Queste camere funerarie risalgono al neolitico, cioè a circa 5000 anni fa e sono tra le meglio conservate del Regno Unito e si può ancora accedere da una camera all’altra come doveva essere nel passato. Poco lontano, le rovine del castello di Sinclair, costruito su falesie a picco sul mare e sperduto nel nulla…sarà un’avventura anche solo riuscire a trovarlo!

    Sito web:#
  • JOHN O’ GROATS

    Questo luogo deve la sua notorietà alla posizione: sembra quasi che qui finiscano tutte le strade ed effettivamente..è cosi! Oltre questo punto, ci sono solo gli arcipelaghi delle Orcadi e delle Shetlands. Nelle vicinanze merita una visita il Castle of Mey

  • DUNNET HEAD

    è questo il punto più a nord della Gran Bretagna e qui vi sentirete come in un luogo magico. Merita una visita per la passeggiata fino al faro a picco sul mare, sempre sferzato dal vento molto forte in qualunque stagione!

    Sito web:#
  • SMOO CAVE

    Si tratta di una grotta naturale abitata prima dagli uomini preistorici e poi dai vichinghi, oggi è un paradiso per volatili di ogni specie e merita sicuramente una visita con il simpatico signor Colin che vi spiegherà la storia e le sue disavventure nella grotta che tratta quasi come una figlia! All’interno, facendo un breve giretto in barca, potrete vedere una cascata naturale all’interno della grotta.

    Sito web:#
  • ULLAPOOL

    Questo grazioso porticciolo di pescatori dalle case bianche è diventato un importante tappa turistica ed un centro nevralgico di passaggio per chi sia diretto nelle Ebridi Esterne. Da non perdersi assolutamente alla sera il ritorno dei pescatori nel porto con le loro barchette caratteristiche

    Sito web:#
  • PLOCKTON

    Questo piccolo porto è uno dei più belli della Scozia. Proprio per la sua particolare posizione, protetto da colline boscose, il paese gode di un particolare microclima che lo rende mite tanto che tra alcuni giardinetti delle case sulla strada principale potrete notare addirittura delle palme! Nella baia sono presenti due piccole isolette una delle quali raggiungibili a piedi quando c’è bassa marea.

    Sito web:#
  • EILEAN DONAN CASTLE

    Questo castello, tra i più famosi di tutta la Scozia è stato costruito nel 1200 per impedire l’accesso all lago ai pirati scandinavi ed occupa una posizione eccezionale su un isolotto accessibile solo tramite un ponte di pietra, dimora del clan MacRae, raccoglie numerosi cimeli tra le varie sale ma la sua fama deriva soprattutto per il film Highlander e per alcune riprese relative a James Bond.

    Sito web:http://www.eileandonancastle.com/
  • GLENFINNAN

    In questo luogo potrete godere del meraviglioso monumento sul lago che testimonia la movimentata storia scozzese: fu qui che nel 1745 , il Bonnie Prince Charlie sbarcò dalla Francia per restaurare la dinastia degli Stuart sul trono d’Inghilterra e Scozia. Purtroppo la storia ci ha insegnato che solo 14 mesi dopo il suo esercito fu sconfitto a Culloden e con esso l’intera cultura delle Highlands. Alle spalle del monumento è presente il famoso viadotto reso celebre dal film di Harry Potter su cui passa il treno per Hogwarts.

    Sito web:https://it.wikipedia.org/wiki/Glenfinnan
  • GLENCOE

    Questa valle circondata da una catena di montagne è resa magica dalla bellezza selvaggia dei suoi rilievi, numerosi sentieri ben segnalati vi immergeranno in un luogo d’altri tempi. Superata la valle troverete il villaggio di Gnencoe tanto semplice quanto grazioso: una via fiancheggiata da case molto carine e fiorite, costruite intorno a un tempio Calvinista in pietra scura.

    Sito web:https://www.visitscotland.com/it-it/destinations-maps/glencoe/
  • OBAN

    Stazione balneare divenuta nota grazie alla regina Vittoria, che trovava il clima particolarmente adatto alla cura dei reumatismi, Oban è soprannominata “la porta delle isole” : e da qui infatti che partono molti traghetti per le Ebridi esterne e per Mull. Sopra la città potrete notare la McCaig’s Tower che ricorda molto il Colosseo anche se ovviamente è tutta un’ altra cosa. Al centro della città nascosta tra gli edifici si trova la distilleria attiva dal 1794 in cui è possibile effettuare visite guidate con omaggi e assaggi finali. In 5 minuti di traghetto potrete arrivare sull’isola di Kerrera: qui non è presente alcun negozio ne automobili, solo un sentiero e un castello in rovina in mezzo al nulla.

    Sito web:http://www.oban.org.uk/
  • INVERARAY

    Questo borgo sulle rive del Loch Fyne è famoso per la presenza del bellissimo castello del clan Campbell. L’edificio fu costruito nel 1746 e presenta degli interni molto interessanti ed una celebre collezione di armi considerata la più importante della Scozia. In centro è presente una prigione del 1800 con una esposizione tra strumenti e manichini delle pene inflitte ai detenuti.

    Sito web:#

Most Popular Destinations

Contattaci
Se queste mete ti intrigano contattaci per un preventivo su un itinerario progettato su misura per te. Comunicaci eventuali esigenze particolari e il numero di persone coinvolte nel viaggio (ed eventuali minori). Ti ricontatteremo via email per un preventivo senza impegno. A presto!